lunedì 9 febbraio 2009

assòrata

Eccoci.
Back from studio.
Non ancora con in mano le redini della nostra conclusione discografica, ma soddisfatti di come si stia modellando. Manca solo il mixaggio. E l'intro. Che stronzata. Hey biondo lo sai di chi sei figlio tu? Sei il figlio di una grandissima puttanaaaa! wo wo wo...
Il buono
Il brutto
Il cattivo

Poi c'è lo stronzo, il pezzo di merda, il tronista, il figo, il nerd, il fighetto, il fighettodimerda, il punk, il metallaro, l'emo, lo sfigato, il comunista, il fascista, il merda,lo sbirro, e così potrei andare avanti giorni e giorni, roba che Sergio Leone e Ennio Morricone potrebbero avere un infarto (in realtà potrebbe averlo solo uno dei due; vince un frigo a pedali chi mi dice chi).

__
_




Cosa vuol dire soffrire?

Soffrire non è cadere e farsi male. O stare male perché hai bevuto troppo (E magari una cosa schifosa tipo jack e contreau, bleah).
Soffrire è sentirsi dire che non avevi voglia di fare questo. E il fatto che non ti si sia visto. E il doverlo fare noi al posto tuo.
Al posto tuo che preferisci lavorare un pochino più riposato la mattina dopo (che stronzata), piuttosto che suonare e registrare, con quello che per 8 o 9 anni che siano, è stato il tuo gruppo.
Il non vederti, il dirci che tornavi tardi (stronzate), il venire a sapere che fossi da tutt'altra parte quando potevi benissimo venire da noi fa solo e totalmente girare i coglioni.
Anche fartelo notare in te non fa cambiare nessuna idea, continui a non capire, e continui a giustificare con il fatto che DEVI, cazzo no non DEVI, lavorare. Sto cazzo di lavoro. Vivrai e morirari sotto il tuo lavoro. Ti pare una cosa bella?
Preferire la serieB allo studio.
Preferire il divano.
No No. E' sufficiente per riconsiderarti. Per rivoltarti. Péotenzialmente per appenderti. E appendere te stesso.
Ma tanto non capirai. Tanto per te sarà uguale. Basare le proprie priorità sul lavoro è da stupidi.
E pensare che c'hai 24 anni. E non hai ancora capito un cazzo.
Nemmeno gli errori.

Stronzate. Solo stronzate.
Avessi il coraggio di dire come stanno le cose per te.
E' che non hai ancora capito nemmeno questo.

Legata al dito. davvero.
Anche se ancora non è tutto.

1 commento:

∞? ha detto...

hey, belle foto davvero!!