mercoledì 3 settembre 2008

Me lo vorrei dimenticare. Fa troppo male.
Se conto che sei stato tu a dirmi per primo che quelli nella cassetta che stavamo ascoltando erano i Metallica.
Se conto che la prima l'ho fumata con te.
Se conto che gli unici ad aver messo su una band della nostra età siamo stati io e te.
Se conto che ci si chiudeva nella tua cantina a fare stronzate e c'era sempre qualcosa in terra che somigliava ad un pezzo di fumo.
Se conto che entrava sempre tua mamma e noi avevamo 4 occhi improponibili e troppa erba, sempre. Cosa che adesso mi sogno.
Se conto che il frontman ero io e il chitarrista figo eri tu.
Se conto che il tuo ampli valvolare era totalmente artigianale.
Se conto che quando il villaggio era in costruzione quella panchina era la nostra.
Se conto che per paura di non essere uno più bravo dell'altro andavamo dallo stesso maestro di chitarra.pure lo stesso giorno.
Se conto che la prima volta ci esibimmo insieme, davanti a tutte quelle mamme e il pezzo era dei Lit.
Se conto che cominciammo senza una chitarra elettrica.
Se conto che la tua era una Stratocaster messicana. e la mia una Yamaha acustica.

Se conto che ora lo sto scrivendo tutto questo invece di parlarne con te.
e
Se conto anche il fatto che è come se fossi morto, mi viene da ridere rileggendo e ripensando a tutto.
Vorrei riderne con te.
Ma ridere di gusto della merda che ti è caduta addosso. Se solo te ne rendessi ancora conto.
e solo se fossi stato davvero Stronger.

1 commento:

sonica ha detto...

è bellissimo, per paura di diventare uno più bravo dell'altro andavamo dallo stesso maestro :)

ste...e poi? ;)