mercoledì 14 gennaio 2009

che fatica

sto facendo così fatica.
ad addormentarmi.

tuttosudiunfianco.
per cercare di far cadere questa cosa che mi tiene sordo per metà.
e cercare, in un certo verso, di tornare a sentire come sempre, o magari meglio.

e la mattina è sonno devastante. e te ne rendi conto che non ti puoi girare, e lo sai che la mattina dopo sarà una merda.
ho fatto anche una pisciatina ridicola stamattina.
e quanto è bella e fastidiosa un'erezione mattutina.
bella perché vabè...
fastidiosa non perché sia enorme, ma perché, caspita, è intrusivo al mattino un fardello di questo tipo.
cioè sto di fianco o a pancia in giù e sta storia ti fa pure svegliare prima.

a non avere il pisello si avrebbero alcuni vantaggi in effetti:
:)
-tipo che si dormirebbe gustosamente e giustamente al mattino
-tipo che quanto è più comodo far pipì seduti?
-tipo che a volte la prominenza è un problema logistico
-tipo che essere donne a volte è più facile far tutto.altre meno.

ma questo è un altro discorso...

sarà il clima, sarà che la mia autina è tornata a casa, sarà che adesso faccio una scurreggina, ma oggi nonostante tutto ci sto dentro.
e che bello quando riesco ad ammetterlo.













MINISTRI - ABITUARSI ALLA FINE

Se non ci credi più, se dormi e sei più stanco.
se oggi è già domani e non è successo niente
se l'hai capito già, e poi non riesci a dirlo
che i nostri sogni sono più tristi uno dell'altro

va tutto bene, va tutto bene: ci siamo solo persi di vista.
va tutto bene, va tutto bene: ci vuole tempo per ricominciare,
per abituarsi alla fine, per abituarsi alla fine

se guardi un po' più in là, dove non sei gradito
e scopri che qualcuno lascia impronte indisturbato
e sposta i mobili con una mano in tasca
nemmeno sa che tu non c'eri mai riuscito

è tutto vero, è tutto vero: ci siamo solo persi di vista
è tutto vero, è tutto vero: ci vuole tempo per ricominciare,
per abituarsi alla fine, per abituarsi alla fine

queste sono le foto dei tuoi polmoni tra 10 anni
tra 10 anni avrò nuovi polmoni e tutto il tempo per risporcarli

tutte le madri, che di notte, sostituiscono i pesci
lasciano noi lì a galleggiare a cercare un modo per andare a fondo

quando mi sveglio e non mi ricordo cos'è successo negli ultimi anni
cos'è successo negli ultimi anni? sono le piante a togliermi l'aria
io sono nato da qualche mese, conto di vivere per qualche mese
c'è solo un modo per vedere oltre, pianificare la propria morte

ed è fare debiti, è fare debiti, è fare debiti, è fare debiti,
e fare debiti, e fare debiti, e fare debiti, e fare debiti

ci vuole tempo per ricominciare
per abituarsi alla fine, per abituarsi alla fine,
per abituarsi alla fine, per abituarsi alla fine.




4 commenti:

mIsi@Mistriani ha detto...

i tuoi
va tutto bane,va tutto bene
mi hanno ricatapultato in un altro testo
[e conseguente atmosfera]

è bello starci dentro
[e anche dirlo,al mondo,quand'è così]

pero' avrei un paio di obiezioni sulla semplicità dell'essere donna
[e poi sull'arnese,guarda..
sarebbe piu' facile se avessi un pene:
*pisciare all'aperto,quando fa freddo,e sei in piazza,circondata ovunque da gente..e fatichi a cercare angoli bui,dove denudarti,per pisciare.ti geli le chiappe,ti geli-se sei donna-e devi pisciare in una posizione scomodisssimisssima
mentre voi__taac!___fatto!
*dormire a pancia in sotto...hai presente le tette..anche quelle son fastidiose..talvolta.
*l'erezione mattutina..eppero' quando ti svegli con una donnina accanto,che ti prende d'assalto...lì fa comodo...
:D

e poi..
*noi abbiamo il ciclo,voi no.
*noi partoriamo,voi no

e poi..
[mm.con te non mi viene da dire noi soffriamo,voi no.no,a pensarci bene con certi uomini,la differenza è solo fisica,e logistica*e questa è una gran bella cosa*]

mi hai fatto sorridere stamattina.e spero che il tuo orecchio stia meglio

il testo in cui mi hai catapultata coi
va tutto bene è questo..
tanto per.

Io ero paziente
ero concentrato sui dettagli e salvavo la mia vita
come cane di paglia e la sua storia antica
una spirale a girare
tra il mio senso di colpa universale
e tu che mi confondi le idee che voglio chiare
ora lascio andarmi fuori
lascio tutto fuori
LA TRANQUILLITà DEI RUOLI,
LA VIA LATTEA DEGLI ERRORI
quando cresci insieme
CAPITA DI ESSERE CRUDELE
E FERIRE LE PERSONE A CUI VUOI BENE
E VA BENE
vedi come viene
l'adattamento non è il tempo per andare al passo del più lento
per me è stato sul serio
ti volevo
NON CHIEDEVO ALTRO CHE DI ESSERE DOV'ERO
ORA.. sono il pazzo che è in me
lo spietato con me
se fossi più sicuro di me
non andrei a sanguinare la mia bocca
una mattanza
su un pugno di ragazzi pazzi di speranza

va tutto bene
la strada divide prendo la mia direzione
va bene
va bene
va tutto bene
la strada divide prendo la mia direzione
va bene

vengo a sciogliere quel bue che gira sempre intorno
vengo a liberare il bue che gira intorno al suo solco
vengo a sciogliere quel bue che gira gira gira intorno al suo solco in eterno

se scoppio questo è un ciao
non è un addio
se hai un fratello che ti vuole bene quello sono io
un nuovo giorno nasce
blu come la sorte
io inseguo i miei fantasmi
e ti abbraccerò due volte
uno è per l'amore
uno per la forza
perderò la strada e troverò la mia salvezza
STACCARSI NON è FACILE PER NIENTE MA VA BENE
il mondo sconosciuto
è il mondo che mi appartiene
L'IMPORTANTE è NON DIMENTICARSI NELLA NOTTE
CONOSCO L'ABBANDONO
LA MORTE DI UN AMANTE

OGNI VOLTA è UNA VIOLENZA
OGNI VOLTA CHE SAPRO' DI TE FARO' I CONTI ANCHE CON LA MIA ESISTENZA

va tutto bene
la strada divide prendo la mia direzione
va bene
va bene
va tutto bene
la strada divide prendo la mia direzione
va bene

QUANTO DEVO INGOIARE?
DIMENTICO DI TUTTO IL TUO MALE SPINGO ANCORA COME UN'ONDA NEL MARE
e così sono un uomo ancora intero
sono come un veggente volo
NEL SONNO MI DIVORO
ora so ripartirò e sento dentro la pace che calma
e più nessuna voce che parla
ferito
questo almeno l'ho capito
SE NON VA PUO' ANCHE ANDARE MA NON ALL'INFINITO
ritorno nel livello più basso
da solo mi addormento nell'ottavo piano di un palazzo
la rabbia la conosco ma vola via presto
dovrei almeno soffrire per alzarmi
ma non soffro
ora sono il pazzo che è in me lo spietato con me
se fossi più sicuro di me
non andrei a sanguinare la mia bocca
una mattanza
su un pugno di ragazzi pazzi di speranza

va tutto bene
la strada divide prendo la mia direzione
va bene
va bene
va tutto bene
la strada divide prendo la mia direzione
va bene.

"Sarò quello che rimuove,
non vivo nel rancore
di un temporale di stagione..
Fino all'ultima scintilla,
poi, cane di paglia
prende fuoco che è una meraviglia."

mIsi@Mistriani ha detto...

e ps.

l'immagine
le due mani..

[stupenda]

mIsi@Mistriani ha detto...

sì..

[come una canzone che pensavi mai avrebbe potuto staccarsi da una situazione,e relativo contesto e sensazione..prima ti ricatapulta lì.immezzo.e poi ricatapulta fuori,ai tuoi giorni.qui.immezzo.e lei ci sta talmente tanto,qui,immezzo,che si adatta alle nuove sensazioni,ed emozioni]

canzone.
va tutto bene
[?]oggi come ieri[?]

-Alessia- ha detto...

Bel blog..Mi è piaciuto quello che hai scritto,magari un po' incline al pessimismo..ma ti riprendi definendo i commenti "segni di vita"..ciaooo!