venerdì 30 gennaio 2009

reportino

"[..]I've got a book of matches
I've got a can of kerosene
I've got some bad ideas involving you and me
I don't blame you for walking away
I touched myself had thoughts of flames
I shat the bed and laid there in it
Thinking of you wide awake for days
Wide awake for days[...]"

beh. alkaline trio. e troppa poca gente in confronto a quello che sarebbe potuto essere.
però, diomio, questi alkaline trio spaccano il culo. santoddio l'hanno spaccato.
m'avevate sempre detto che non ci stavano dentro dal vivo. e dio forse non ero pronto perché invece hanno fatto vedere come non avere un'attitudine così punkrock ma fare del punkrock come si dovrebbe.
roba che i governi dovrebbero incentivarlo, il punk rock.

iniziamo male. il primo pezzo non lo conosco (dannato il tempo che non ho per ascoltarmi i primi dischi). ma mi rifaccio alla svelta.
sempre ovattato.
tranne che su che This Could Be Love e su Time to Waste.
eh no, li mica potevo permetterli l'ovatta.
tutte le altre si ma su Time To Waste no. no. e poi no.


"There's someone down below blowing you a kiss.
They watch from their windows
as all arms fall to their sides,
and all eyes fix on the death of tomorrow.
And you found everything you need
to make a life complete,
completely revolting and they have safety and relief
For sale down the street.
I see you in line every day

You had time to waste and I'm not sorry,
such a basket case, hide the cutlery.
I had time to kill, it's dead and buried.
You've got guts to spill but no one trustworthy.

These creatures are waking up in these dark trees.
Awaiting like vultures.
Eyes roll back turn white in time to feed
They salivate in hunger.
for you, and everything they need
to make a death complete,
completely unnatural and salvation lies
behind those dead eyes that watch you while you sleep every night, and

You had time to waste and I'm not sorry,
such a basket case, hide the cutlery.
I had time to kill, it's dead and buried.
You've got guts to spill but no one trustworthy.

You had time to waste and I'm not sorry,
such a basket case, hide the cutlery.
I had time to kill, it's dead and buried.
You've got guts to spill but no one trustworthy."

Ne avevo strabisogno.
e parlo di , bisogno, mica voglia, o altro. bisogno. necessità.
fisica, mentale, sensoriale.
avevo bisogno di 200km per i cazzi miei. io e mikepatton all'andata.
io e e i Thrice al ritorno. e pure l'autogrill. "Un Gran Rustico, una coca e un caffè, Grazie!" Un Gran Rustico, che faccio una fatica a dirlo ogni volta, sta erremoscia...
e che era pure bollente madonna.

Non c'era nessuno alla stazione di servizio di Dalmine, solo un fighetto 40enne biondo tinto con un tic stranissimo (ha ordinato: pane col salame e una bottiglietta d'acqua), una coppia piuttosto anziana (lui è andato subito a fare pipì), un altro paio di stronzi, e io. Ma elargivo sorrisi. E gentilezza. Cantavo in autogrill.
Pezzo, mio caro (1, : grazie!), è inutile che mi dici che io non posso essere felice. Perché noi siamo nati per esseri così, hai ragione, ma non oggi. Vitali, ma nel dubbio giustificatissimo che possiamo diventare morenti, ora stai bene - ora no.
Morire è tanto semplice al giorno d'oggi. E non parlo di morte fisica. Quella è conseguenza dell'altra morte. Quella che Ti / Vi / Ci sta portando laggiù.

Dove il punk rock, purtroppo, non c'è.

1 commento:

Luna_tica ha detto...

ciao,
ti lascio il mio nuovo link,
ali di carta non esiste più, ho cambiato l'url.

http://ricomincioinripartenza.blogspot.com/

B_week